Informazioni e approfondimenti sulla salute dell'apparato cardiovascolare

Attività fisica per combattere il colesterolo?

Attività fisica per combattere il colesterolo?

Muoversi, fare sport, fa bene!

Ci viene insegnato da bambini.Si ha continuamente una richiesta da parte di genitori, amici, compagni, sposi o anche figli e nipoti, ma perfino da medici di famiglia, di rimanere attivi e quindi di fare una buona attività fisica.

Come mai questa continua raccomandazione? Sintetizzando possiamo dire che l’attività fisica non è mirata solo a tonificare la muscolatura, a mantenere elastici i nervi e i tendini, ma anche per riuscire a mantenere giovani le ossa, stimolandole con il movimento.

Tuttavia, come si suol dire, la medaglia ha sempre due volti e lo stesso discorso vale per lo sport. Indubbiamente l’attività fisica ci aiuta a mantenerci giovani perché si stimola continuamente la muscolatura, ma in realtà è indispensabile per combattere il colesterolo.

Su questa nuova realtà c’è da vedere anche come oggi è cambiato il modo di allenarti.

La tecnologia ha dato il suo appoggio. Ci si può allenare in casa con dei programmi e anche dei giochi o videogiochi dove si hanno diversi programmi di allenamento che cambiano giorno per giorno. Possiamo avere anche delle personalizzazioni impostando il nostro:

  • Peso
  • Attività di movimento quotidiano
  • Altezza
  • Sesso
  • Età

Indubbiamente si hanno dei vantaggi perché così si ha può riuscire ad avere un’attenzione maggiore al proprio corpo. Tramite anche degli “orologi” e degli accessori che sono belli da indossare, si possono controllare le frequenze cardiache, l’idratazione dei tessuti muscolari, la pressione e le calorie che si bruciano.

Si parla di una serie di aiuti che vanno incontro a determinate problematiche che riguardano sempre l’utente finale.

Oltre a questo, se non siamo ultratecnologici, esistono anche altri metodi di come oggi è cambiato il modo di allenarti. Il lockdown ha mostrato che la propria casa, anche recuperando un piccolo spazio interno, può diventare una palestra che ci permette di allenarci in modo totale.

Non c’è bisogno per forza di usare tanti attrezzi, pesi o anche dispositivi di fitness, ma si deve avere un programma mirato al proprio peso e all’obiettivo che si vuole raggiungere e sfruttare i tutorial su internet.

Uno dei metodi usati per creare il proprio allenamento, è quello di avere un obiettivo chiaro. Si ha intenzione di perdere peso? Allora su internet possiamo trovare molte schede identificative che ci permettono di avere una forte diminuzione e perdita dei chili di troppo. Si vuole tonificare la muscolatura? Ecco che ci sono esercizi mirati a “settore” per il corpo. Si possono allenare spalle, torace, addominali, dorsali, glutei, cosce e gambe.

Si vuole fare un’attività fisica per diminuire il colesterolo nel sangue, anche in questo caso diventa possibile fare molti esercizi direttamente in casa.

Oggi che possiamo uscire da casa, sfruttare gli ambienti esterni e i parchi dove sono presenti anche delle strutture per potersi allenare in strada.

Infatti, proprio lo street fitness è amatissimo dai giovanissimi che possono anche allenarsi insieme sfruttando queste aree.

Che cosa è il colesterolo e come si riduce

Il mondo medico e anche le analisi del sangue sono sempre mirati alla ricerca del colesterolo, alla sua presenza e quantità. Sapete cos’è esattamente questo “problema” di salute?

Nonostante ci sia una consapevolezza che il colesterolo dia tanti problemi alla salute, al cuore, al sangue e allo sviluppo di determinate patologie, non possiamo dire di conoscerlo in modo profondo.

Riassumiamo cosa sia per capire come mai l’attività fisica lo combatte. Una soluzione naturale, sana e che aiuta tutto l’organismo, senza tralasciare nulla del nostro corpo.

Il colesterolo viene prodotto dal fegato che lo trae dal cibo che assumiamo ogni giorno. Si parla di un grasso di consistenza “cerosa” che è indispensabile per sviluppare tantissime funzioni dell’organismo, ma che si divide poi in due tipologie. Esiste il LDL, cioè il colesterolocattivo, e poi il HDL, cioè il colesterolo buono.

Essendo un “grasso” del sangue, esso va a trasportare direttamente le lipoproteine che sono importanti per le scorte di energia nell’organismo e anche per la creazione delle placche delle pareti delle arterie. Praticamente è un “cemento” che aiuta a mantenere attive i canali principali che trasportano il sangue al cuore.

Al contrario, il colesterolo cattivo, è particolarmente denso e grasso, quindi provoca delle occlusioni delle arterie. Il sangue si potrebbe bloccare nel suo percorso e appesantisce anche i battiti cardiaci perché li rende difficoltosi poiché le piastrine sono molto più pesanti.

Non basta controllare l’alimentazione per ridurre lo sviluppo del colesterolo, occorre fare attività fisica.

Infatti, per ridurre la sua presenza nel sangue, si deve eseguire un lavoro di fitness preferendo l’attività aerobica, che permette di aumentare quello buono ed eliminare quello cattivo.

Praticamente si va a far fare ginnastica anche al fegato, alle vene, alle ossa e al sangue stesso. Si ha un aumento dell’ossigeno nel sangue e quindi riduce la presenza dell’adipe che poi ricade sulla creazione del colesterolo stesso.

Gli sport più indicati per mantenersi in forma

Le attività fisiche sono tantissime. Il fitness permette di avere un’ampia scelta degli spor da fare per migliorare la sua forma fisica e per avere una riduzione, ma anche il controllo, del colesterolo.

Gli sport indicati, per migliorare la propria forma fisica e anche per perdere peso, sono:

  • Camminata veloce
  • Corsa
  • Marcia sostenuta
  • Nuoto
  • Ciclismo
  • Sci di fondo
  • Danza ad attività intensa
  • Aerobica
  • Pattinaggio

Il programma da rispettare è quella di fare almeno uno di questi spor per una buona mezz’ora per 5 giorni a settimana. Ovviamente spesso il tempo manca, ma anche fare la marcia sul posto, chiusi in camera, oppure avere una cyclette in casa, permette di avere degli ottimi risultati.

Diciamo che l’aerobica e quegli esercizi che permettono di avere una buona frequenza cardiaca, sono rivolti spesso a tonificare il cuore.

Il cuore è l’organo più importante del nostro corpo. I suoi battiti riescono a dirigere e far trasportare il sangue nel corpo. Non possiamo identificarlo e capirlo in modo profondo perché il cuore riesce a dirigere tutto, in modo autonomo, le funzioni vitali ed emozionali che riguardano l’organismo.

Solo che non lo dobbiamo far invecchiare e per riuscire a “controllarlo” e quindi a tonificarlo, esiste solo l’attivitàaerobica. Lo sforzo che si fa per aumentare i battiti e quindi pompare più sangue, permette di allenare questo muscolo. Ovviamente si deve sempre cercare di non esagerare perché altrimenti si rischia di avere l’effetto contrario.

Un programma utile è allenarsi poco, ma tutti i giorni. Già 30 minuti di sport permettono di avere dei risultati eccellenti e di ridurre il colesterolo cattivo, ma di aumentare la produzione del colesterolo buono, ideale per riparare le pareti delle arterie.

Proteggere il nostro corpo prima e dopo l’attività fisica

Quali sono gli errori comuni che facciamo quando si decide di rimettersi in forma o di iniziare ad avere maggiore cura del proprio corpo e salute, sono molti.

Alzarsi la mattina, infilarsi la tuta e le scarpe di ginnastica, pieni di volontà e tanto vigore mattutino, è uno dei problemi principali.

Ogni allenamento richiede un riscaldamento, almeno 15 minuti di riscaldamento o di passeggiata che inizia a passo lento e poi veloce.

I nuovi prodotti che sono rivolti al mondo del fitness permettono di usare anche delle creme o oli che sono utili per riscaldare la muscolatura e intensificare la circolazione sanguigna.

In base al tipo di allenamento si può utilizzare un olio riscaldante per prevenire contratture a base di canfora. Infatti si parla di un’azione che avviene in modo naturale, ma è bene che ci siano dei prodotti naturali, magari con una grande quantità di estratti naturali. Questi oli riscaldanti permettono di avere una riattivazione della muscolatura e prepararla ad un’intensa attività fisica.

Attenzione che ci teniamo a sottolineare che l’utilizzo di oli o di gel, ma anche di creme, non ce ne dimentichiamo, deve essere scelto in base al tipo di sport che si intraprende. Ad esempio l’olio è utile quando si parla di sport aerobici, quindi quelli sopra elencati, dove ci possono essere molte contratture e dove si possono sviluppare dei dolori articolari.

Mentre il gel è perfetto per quanto riguarda gli sport che sono da fitness. Le creme invece per gli sport da palestra.

Una volta che è terminata l’attività fisica meglio usare un decongestionante ideale per il corpo e per recuperare.

Spieghiamo che ogni volta che si termina una qualsiasi attività sportiva, anche se fosse molto leggera, si deve fare il defaticamento. Almeno 10 minuti di riduzione progressiva dell’intensità dell’attività sportiva e poi 10 minuti di stretching.

Un prodotto che sia decongestionante permette di ridurre l’acido lattico sviluppato nella muscolatura velocizzando il riassorbimento. Questo vuol dire prevenire la comparsa di crampi muscolari, intorpidimento, formicoli durante la notte e riesce a “curare” i dolori dati dalla rigidità dei tessuti messi sotto stress.

Gli sportivi che ogni giorno sono costretti ad allenarsi, per mantenere un buon ritmo della loro attività agonistica, utilizzano proprio tutti questi prodotti prima e dopo l’allenamento, perché altrimenti potrebbero soffrire di tanti dolori che limitano la loro prestazione.

Un utente che è un semplice appassionato di sport o che si mantiene in forma per il proprio benessere, dovrebbero usare questi prodotti riscaldanti e poi anche decongestionanti per continuare il programma di allenamento.