LO STILE DI VITA

Dopo l’infarto: consigli generali

Se hai avuto un evento cardiovascolare acuto, il tuo obiettivo fondamentale deve essere quello di ridurre il rischio di averne un secondo. Puoi riuscirci se seguirai i consigli del medico, assumerai con costanza le terapie e manterrai uno stile di vita sano. Il controllo del colesterolo e degli altri fattori di rischio è determinante e può essere raggiunto non solo attraverso un’adeguata terapia farmacologica, ma anche attraverso una dieta equilibrata e una moderata ma costante attività fisica.

vitatab_01

Impara a gestire la terapia

Modificare lo stile di vita è importante ma per abbassare il colesterolo sono necessari i farmaci. È importante prendere il farmaco prescritto dal medico curante e imparare come e quando assumerlo. Un farmaco può non essere efficace se non viene somministrato secondo le indicazioni prescritte dal medico curante ed interromperne l’assunzione può provocare un aumento del colesterolo.

vitatab_02

Piccole strategie aiutano a ricordarsi di prendere la terapia

• Preparare una tabella scritta a caratteri grandi e comprensibili con gli orari, il nome del farmaco e la dose
• Assumere il farmaco ogni giorno alla stessa ora
• Inserire una suoneria all’orologio o al telefono
• Non restare mai senza medicine, avere sempre una nuova confezione prima di finire la precedente
• Chiedere ad amici e parenti un aiuto per ricordare l’appuntamento con il farmaco
• Conservare un calendario aggiornato della terapia
• Attaccare un post it sul frigorifero o sullo specchio del bagno
• Portare con sè le medicine e le ricette di riserva quando si va in viaggio, e tenere un elenco di tutte le medicine che si prendono

vitatab_03

Stop al fumo

È dimostrato che dopo un episodio di SCA la ripresa del fumo in pazienti in terapia farmacologica raddoppia il rischio di avere nel primo anno un nuovo evento ed aumenti fino a 3 volte il rischio di reinfarto.
Smettere di fumare allunga la speranza di vita e riduce l’insorgenza di malattie:
• il rischio di avere un infarto cardiaco si riduce del 50% dopo un anno;
• il rischio di avere un ictus cerebrale regredisce di cinque/dieci anni;
• il rischio di cancro del polmone è paragonabile a quello di chi non ha mai fumato dopo 10 anni dalla sospensione.

Attività fisica

attivita-fisica
Se non lo hai mai fatto prima, adesso è arrivato il momento. Dopo un episodio
di infarto o Sindrome Coronarica Acuta, l’attività fisica è uno dei capisaldi della
prevenzione secondaria ed è una “terapia” altrettanto efficace dei farmaci per
controllare il colesterolo e ridurre il rischio di un nuovo evento cardiovascolare.

Vantaggi dell’attività fisica:
• migliora lo stato di benessere e la qualità della vita
• riduce i valori di frequenza cardiaca e di pressione arteriosa
• migliora la contrattilità del muscolo cardiaco
• incrementa la vasodilatazione
• contribuisce alla riduzione dei fattori di rischio
• incrementa il “colesterolo
buono” HDL e la sensibilità all’insulina da parte delle cellule

Quanta attività devo svolgere?
I cardiologi suggeriscono di svolgere tra i 30 e i 45 minuti di attività fisica di media
intensità 3-5 volte a settimana come camminare a passo svelto; oppure scegliere
un’attività che implica l’utilizzo di più gruppi muscolari e che migliora la resistenza:
nuoto, bicicletta, ginnastica in acqua, ginnastica a corpo libero etc.

Quali sono le attività consigliate?
• Camminare lentamente su una superficie piana per 100-200 m
• Svolgere una quantità moderata di lavoro in casa, come passare l’aspirapolvere,
scopare i pavimenti, portare i sacchetti della spesa
• Lavoro di giardinaggio leggero (ad es. rastrellare le foglie, piantare, scopare il selciato,
spingere un tosaerba a motore), tinteggiare, fare lavori di bricolage a bassa intensità
(piccoli lavori di manutenzione/riparazione)
• Camminare rapidamente, ballare, lavare l’auto, andare in bicicletta a velocità
moderata
• Fare lavori di bricolage più impegnativi (ad esempio spingere un tosaerba meccanico)

Quali attività devo evitare?
• Sollevare pesi oltre 20-30 kg
• Trasportare carichi
• Spingere l’auto
• Spostare mobili

Come posso incrementare i momenti dedicati all’attività fisica?
• Scendere dal bus una fermata prima rispetto alla destinazione
• Parcheggiare la macchina più lontano per completare il tragitto a piedi
• Fare la cyclette in casa ascoltando il proprio programma preferito
• Prendere le scale per salire o scendere uno o due piani

Abitudini alimentari

Anche l’alimentazione può rappresentare una vera e propria cura per ridurre la probabilità di andare incontro a nuove manifestazioni delle malattie cardiovascolari o prevenire la loro insorgenza.
Una dieta sana può ridurre il colesterolo nel sangue fra il 5% e il 10%; una riduzione del 10% della colesterolemia riduce la probabilità di morire di una malattia cardiovascolare del 20%. La principale causa dell’ipercolesterolemia è un’alimentazione troppo ricca di grassi saturi (di origine animale, come carni rosse, formaggi, insaccati): i grassi saturi aumentano il livello di LDL-colesterolo e diminuiscono il livello di HDL-colesterolo. I grassi polinsaturi (come l’olio di semi) e monoinsaturi (come l’olio d’oliva), in quantità limitata, hanno un effetto positivo perché tendono ad abbassare il livello di LDL-colesterolo.

Quali sono le regole dell’alimentazione?

• Ad ogni pasto principale inserire almeno una porzione di cereali e derivati
• Non far mai mancare 4-5 porzioni al giorno tra verdura e frutta
• Limitare il consumo di carne rossa, affettati e insaccati a 2-3 volte al mese. Alternare i secondi piatti privilegiando il pesce 2-3 volte a settimana, la carne bianca 3-4 volte, le uova una volta e i formaggi 2 volte
• Una o due volte a settimana mangiare un piatto vegetariano con cereali e frutta oleosa accompagnato da una porzione di verdura e frutta fresca
• Introdurre nella dieta i legumi secchi o freschi
• Usare olio extravergine d’oliva per i condimenti a crudo e per le cotture
• Evitare i prodotti confezionati contenenti grassi idrogenati e grassi saturi

Consulta il portale www.dedicatialdiabete.it dove potrai trovare tutti i consigli per una sana alimentazione.